“E quannoer Tevere che annavalento,lento..” e’ cosi che lo vedo mentre percorro il Lungotevere .

Sono partito da Ponte Milvio, ignaro delle condizioni atmosferiche.

Il cielo è grigio , non mi preoccupa più di tanto, ma sento rumori di temporale e verso Monte Mario da grigio diventa nero.

Ho imboccato la ciclabile che da Ponte Milvio mi porta al Lungotevere della Vittoria, pochi runner , due avanti a me, hanno lo stesso mio passo, non riesco ad avvicinarli.

Salgo sul Lungotevere e sono solo, i nastri che delimitano la mia corsia di marcia , le transenne e le pattuglie di VV.UU a presidiare gli incroci.

Silenzio innaturale per Roma, alle 8 e 30 di mattina.

Continuo la mia corsa, ponte dopo ponte , qualche goccia vicino al “Palazzaccio” e poi temporale , pioggia su pioggia,sono già tutto fradicio, scarpe comprese, quando decido di girare a Ponte Sisto ed andarmi a riparare sotto il portico vicino a Via Giulia. Dovrebbe passare a minuti la testa della Maratona di Roma edizione XXIII.

 

L’ho vissuta sempre intensamente dalle retrovie, pensando  al vincitore che stava tagliando il traguardo mentre io avevo percorso poco più di 21-22 km .

Non sono solo ad attendere e passano solo pochi minuti ed ecco che arriva il mitico Zanardi con la sua hand-bike e poi gli altri già ben distanziati.

La pioggia continua incessante, l’asfalto riflette, è  lucido .Arriva la macchina che apre la corsa con il display che indica il tempo assoluto della gara seguita dal gruppetto di testa , ma tutto è nero, asfalto, colore della pelle, pantaloncini, e solo la canottiera nera ha il pettorale giallo con su scritto i nomi: Tola, Bitok,Ruto,Kipsaat,Aboye,Biratu. Non c’è rumore, non c’è respiro che si fa largo, c’è il passo armonioso che regna e sfilano via.

Faccio in tempo a vedere anche Carmine Buccilli, che avevo conosciuto durante la trasmissione di Atletica,Atleticaa cui avevamo partecipato come Atletico Casal Monastero. Li segue con un po’ di minuti di ritardo. Arriverà ottavo con 2h.19’

Comincio a sentire freddo , mi muovo, corro sul marciapiede , la pioggia continua ed un po’ gli alberi  mi proteggono.

Solo il nastro mi divide dai maratoneti, io sul marciapiede e loro là sulla strada.

Un ragazzo dello Staff trasgredisce , passa sotto il nastro e si mette a correre insieme ad un gruppetto di maratoneti che viaggiano abbondantemente sotto i 4’/km , si impegna per una cinquantina di metri e poi desiste felice come un bambino al suo primo giro di bicicletta .

Io ho accelerato , sono sui 5’-5’10/km, supero il Ponte  dove prosegue il percorso della maratona, verso Piazza Cavour e mi ritrovo di nuovo solo e bagnato quando arrivo all’Ara Pacis, solo transenne,nastri e Staff.

In direzione contraria, arrivano gli hand-bikers al 34° km e li incito uno ad uno e qualcuno mi ringrazia.

Mi sto divertendo da matti.

Un leggero chiarore anticipa la fine del temporale, e proseguo con ritmo costante.

Vedo il Ponte della Musica, Ponte Milvio non è lontano.

Proseguo la mia corsa solitaria, sino al Ponte Duca D’Aosta quando riappaiono i leader della Maratona, ma questa volta solo il nastro mi divide da loro e la tentazione di accelerare per tenere il passo ha il sopravvento.

Non so quanti metri abbia fatto , non è importante,mi sono divertito a farlo, non puoi giocare con Totti, non puoi giocare a tennis con o contro Federer, né nuotare a fianco di Phelps, ma puoi correre per un tratto più o meno breve di strada , con Tola il vincitore della Maratona di Roma.

Sono arrivato a Ponte Milvio, l’eco della musica che accompagna i maratoneti al 25° km adesso arriva.

Fortunatamente ho portato un cambio di abbigliamento

Riparto con la mia macchina , arrivo a casa, accendo la televisione in tempo per vedere gli ultimi km del  vincitore della Maratona di Roma con 2h e 7’  e della vincitriceChota con 2h e 27’.

Sto vedendo la corsa  come spettatore , ma sono stato anche in  scena, come attore non protagonista e per qualche secondo in testa .

Alla Prossima

Domenico                                                                                                  Roma, 2 Aprile 2017

Logo Skyline Roma Verde Sfondo Trasp

Logo Centrtale del latte trasp 2

 

unicamillus logo payoff

Logo Ciclismo

CALENDARIO EVENTI

testata sito

Sponsor gesscreative

ANDATURA

Accesso Area riservata