L’influenza di questo periodo ha decimato il gruppo. Daniele e Fabio sono a letto con la febbre.

Francesco Giammarino è lì ad aspettare, lui appassionato di trail e di corsa in montagna a confrontarsi con  l’asfalto.

Siamo in cinque: io, Francesco, Gianni, Alessandro ed Emiliano.

L’obiettivo di fare un lungo di 30 km non appartiene al programma di  Gianni ed Emiliano, ma solo a noi tre.

Piove debolmente  sui nostri K-Way  ed il cielo minaccioso non promette nulla di buono.

Andiamo verso Torraccia conversando tranquillamente   interrotti dal cielo che rumoreggia e si illumina.

Qualche chicco di grandine, alcuni chicchi di grandine, molti chicchi di grandine, una grandinata copiosa che ci costringe a rifugiarci sotto un portone.

Ci fermiamo per alcuni minuti, evitiamo di raffreddarci e decidiamo di proseguire sul percorso prescelto.

Via del Casale di San Basilio comincia ad allagarsi ,saltiamo tra una pozzanghera ed un'altra, le scarpe sono fradicie ,la grandine  imperversa  ed Emiliano inverte la rotta.

L’asfalto è bianco, tappezzato dalla grandine caduta ,è un evento .

Sostiamo per una foto ricordo, ma la batteria del cellulare di Alessandro è esaurita.

Peccato!

Entriamo nel Parco Petroselli, e proseguiamo verso la Dear .

La ruota di un’ autobus in velocità entra dentro una pozzanghera e ci fa un  gavettone completo, dalla testa ai piedi.

Gianni ritorna a casa.

Ha smesso di piovere, vi sono schiarite sempre più ampie.

Sulla ciclabile di Piazza Sempione, siamo soli ,esce il sole e l’aria carica di umidità ci restituisce una foto  appannata   del paesaggio  .  A Villa Ada, ristoro veloce con acqua.

Siamo al 16°km. E’ la strada del ritorno e si mangia qualcosa in corsa:  cioccolato ,noci, barrette.

Ecco il primo segnale di stanchezza: Francesco con la sua andatura lieve ed Alessandro con grinta si allontanano.

I polpacci duri sulla salita del Parco Petroselli mi danno  la controprova.

Reagisco ,al 24° km sono di nuovo sotto i 5’30”/km  ma non dura.

Si va lo stesso.

Via del Casale di S.Basilio è completamente alla gata siamo costretti a fermarci e ripartire.

Francesco ed Alessandro rallentano e mi aspettano a  Torraccia  e poi si riallontanano.

Ultimi 3 km purtroppo  molto lenti, da jogger ostinato  ma con accelerazione finale.

Il Garmin dice:

30,14 km; 2h.52’34” (tempo più lordo che netto) a 5’43”/km, 2186 cal.

E per gli amanti dei numeri , i miei passaggi a km:

  1. 5’40
  2. 5’28
  3. 5’16
  4. 5’29
  5. 5’16
  6. 5’18
  7. 5’14
  8. 5’32
  9. 5’38
  10. 5’36
  11. 5’38
  12. 5’28
  13. 5’30
  14. 5’36
  15. 6’00 (scalette andata)
  16. 6’12 (attraversamento semaforico +scalette ritorno Villa Ada)
  17. 5’50
  18. 5’21
  19. 5’39
  20. 5’40
  21. 5’26
  22. 5’53
  23. 6’04  (Parco Petroselli)
  24. 5’28
  25. 6’24  (interruzione allagamento)
  26. 5’52
  27. 5’59
  28. 6’22
  29. 6’24
  30. 6’18
  31. 5’34  (142 mt)

Alla Prossima

Domenico

Logo Skyline Roma Verde Sfondo Trasp

Logo Centrtale del latte trasp 2

 

unicamillus logo payoff

Logo Ciclismo

CALENDARIO EVENTI

testata sito

Sponsor gesscreative

ANDATURA

Accesso Area riservata